RISTORANTE BORGIA / LOGODESIGN

La realizzazione del logo per il ristorante della famiglia Borgia, da cui prende il nome è stato un lavoro davvero stimolante. Il locale è moderno, elegante e con diversi elementi di design e offre una cucina mediterranea in chiave gourmet, con proposte culinarie curate in ogni dettaglio, sempre attente alla ricerca dell’eccellenza.

RISTORANTE BORGIA / LOGODESIGN
RISTORANTE BORGIA / LOGODESIGN

Partendo dall’importanza del cognome della famiglia, ci siamo ispirati nello sviluppare l’idea del concept finale, che viene riportata su tutta la corporate identity che stiamo definendo, partendo dai menù.

 

In questo caso è stato scelto di utilizzare come struttura di base per il lettering il font Chanel Couture, un carattere serif moderno, lineare, ma al tempo stesso di classe. Le modifiche apportate alla struttura delle linee del carattere enfatizzano il concetto di modernità, considerando che si vuole evitare ogni riferimento al classicismo e alla correlazione storica dei Borgia. L’utilizzo della “goccia” al posto della lettera “O” ha un doppio significato: ricorda una goccia di arsenico e richiama il vecchio logo dell’azienda, creando un fil rouge tra il passato e il futuro.

Il pittogramma di accompagnamento lascia finemente intravedere, ad un occhio più attento, il riferimento storico a Lucrezia Borgia, rappresentando il simbolo dell’arsenico nella tavola periodica degli elementi. Il riferimento è volutamente velato e pensato per attirare l’attenzione del pubblico, cercando di non cadere nel banale o nell’immaginario dark, creando unicità e originalità al brand stesso. Il solo pittogramma verrà poi utilizzato nella realizzazione di diversi elementi della brand identity, come ad esempio la copertina della drink list, che verrà stampata su una pregiata carta rossa con logo impresso a caldo.

In linea generale la mission di questo logo design è stata creare un brand pulito ma curato, elegante ma al tempo stesso dinamico e originale, seguendo la corrente del flat design (utilizzata per i più famosi rebranding attuali), che utilizza principalmente figure bidimensionali e minimaliste, quasi sempre monocromatiche o con colori accesi, che richiamano l’attenzione del consumatore.

 

MATTEO MANDIROLA

 

La tua reazione a questo post?

like
6
dislike
1
love
5
funny
1
angry
0
sad
0
wow
3